2. Comunicazione interna

Andare in basso

2. Comunicazione interna

Messaggio Da ETutor - Garofalo il Mar 03 Feb 2009, 03:58

La comunicazione interna è indispensabile per elevare il grado di identificazione e motivazione dei collaboratori nei confronti dell'organizzazione. Per questo motivo, dovrebbe essere sempre chiara, trasparente, tempestiva ed efficace, per fornire la corretta informazione. I processi comunicativi, infatti, non solo fanno parte della vita dell'azienda, e ne costituiscono la componente fisiologica, indispensabile alla sua sopravvivenza, ma ne sono la base, dal momento che, solo se essi funzionano bene, l'organizzazione può ottimizzare il tempo e le risorse, in funzione di una sempre maggiore efficienza produttiva e innovativa (per seguire - e prevedere - costantemente l'andamento del mercato), ma anche ai fini di una strategia di consolidamento. Dunque, la comunicazione garantisce lo scambio di informazioni necessarie per la gestione quotidiana dell'organizzazione, ma anche a lungo periodo, infatti, in una logica di valorizzazione delle motivazioni, essa garantisce l'instaurazione di un clima di fiducia tra collaboratori e leader, dal quale non è disgiungibile il committment e che consente, anche piuttosto agevolmente, di operare quei cambiamenti organizzativi, tanto importanti, in funzione di una innovazione continua dell'impresa, quanto difficili da attuare.
Detto ciò, e dal momento che l'azienda non può non comunicare, indipendentemente dall'azione di incoraggiamento o repressione delle comunicazioni da parte del management, questi processi così critici per la vita dell'organizzazione non possono essere lasciati al caso, ma devono essere gestiti oculatamente. A questo scopo, si rende necessaria una politica coerente, strutturata, integrata e consapevole della comunicazione interna ed esterna, all'interno di strutture organizzative organiche, decentrate e multipolari. Questa azione deve interessare anche i rapporti vicendevoli che hanno i collaboratori fra di loro. Conseguentemente, la gestione della comunicazione aziendale, deve occuparsi, ad esempio, anche del fenomeno delle voci di corridoio (di cui ho dato una breve anticipazione nella relazione precedente, riguardo ai disagi che può arrecare al clima organizzativo e alla benessere psichico nel lavoro).
avatar
ETutor - Garofalo
Admin

Numero di messaggi : 225
Data d'iscrizione : 19.06.08

Visualizza il profilo http://e-tutoringlab.forumotion.com

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum